Ogni anno è la stessa storia: la cellulite è sempre lì.
Nessuna tregua!

Alzi la mano chi non ha la tanto odiata buccia d’arancia o meglio cellulite!

Diciamocelo in tutta franchezza, sono davvero pochissime le donne che hanno ricevuto da madre natura, il dono di non soffrirne.

Arriva il caldo e inevitabilmente ci si veste in modo più leggero. Maniche, gonne, abiti e pantaloni si accorciano.
Il panico spesso prende il sopravvengo perché i jeans dell’anno scorso non ci vanno più bene e fare la prova bikini diventa qualcosa di veramente angosciante.

Scatta la corsa a google per cercare il rimedio più rapido: “qual è la miglior crema anticellulite?”, “come eliminare la cellulite in 15 giorni”, “come perdere 5 kg in 15 giorni”, “miglior nutrizionista vicino casa”, “offerte palestra” (le ultime due sono sicuramente le ricerche più intelligenti).

Ma che cos’è la cellulite, nota anche come “buccia d’arancia”?

Cellulite buccia d’arancia

E’ bene sottolineare che il nome corretto della cellulite è “mesenchimopatia” ossia malattia del tessuto connettivo, conosciuta però con il termine scientifico “panniculopatia edemato-fibro-sclerotica” (PEFS).

Normalmente se ne identificano 4 stadi:

  • Cellulite edematosa: si tratta della fase iniziale in cui prevale il ristagno di liquidi. La pelle si presenta fredda al tatto e comprimendola appaiono i primi segni della “buccia d’arancia”.
  • Cellulite fibrosa: iniziano a formarsi piccoli noduli nel tessuto adiposo, mentre il connettivo perde elasticità. La pelle presenta avvallamenti più o meno evidenti.
  • Cellulite sclerotica molle: i noduli sono molto grandi, duri e dolorosi al tatto, accompagnati da insufficienza venosa e/o linfatica.
  • Cellulite sclerotica: i noduli, grandi e molto evidenti, sono molto dolorosi e la pelle da “buccia d’arancia” diventa “a materasso”.

Le cause della cellulite sono molteplici: disfunzioni ghiandolari endocrine, disfunzioni vascolari venose, linfatiche e capillari, distonie neurovegetative, stress psicologici, menopausa, dieta ricca di zuccheri e farinacei.

Come ben sappiamo la “cellulite non dorme mai” e la prima regolare dovrebbe essere quella di usare questi cosmetici per tutto l’anno e non soltanto in estate. Ma, soprattutto nel periodo invernale, la poca voglia, la pigrizia, il freddo, prendono il sopravvento. Cerchiamo allora di intervenire con prodotti mirati, efficaci e ricchi di principi attivi funzionali.

Intégrée ha sviluppato una linea di cosmeceutici funzionali, progettati appositamente per correre in aiuto di tutte le donne, stiamo parlando della linea Model IN nata per combattere gli inestetismi cutanei della cellulite e per il rimodellamento delle forme corporee.